Dispenser di sapone da incollo o da appoggio.

dispenser di sapone da incollo

Dispenser di sapone da incollo o da appoggio. Qual è la scelta migliore?

I dispenser di sapone possono essere sia da incollo che da appoggio. La scelta dell’una o dell’altra tipologia dipende da una serie di fattori, primo fra tutti la funzionalità di un accessorio così indispensabile come il dispenser.

I dispenser di sapone ad incollo

I dispenser di sapone da incollo si attaccano direttamente alle piastrelle all’altezza desiderata. Sono infatti dotati di uno speciale adesivo che resiste nel tempo, senza staccarsi neanche quando le piastrelle risultano umide o bagnate.
Si tratta della scelta migliore quando si ha spazio a disposizione a destra e a sinistra del lavandino, oppure quando l’area di destinazione è la parete del box doccia.
Nel caso invece di lavandini incassati nei mobili, il dosatore di sapone ad incollo non è particolarmente indicato. Questi dispenser di sapone liquido permettono inoltre di tenere sgombero lo spazio del lavandino. In questo modo il lavello è più ordinato e ci si serve del sapone in maniera più semplice.
In base poi allo spazio disponibile, i dispenser si possono installare sopra il lavandino oppure a fianco (sulla destra o sulla sinistra a seconda di come è più comodo).
In commercio sono disponibili sia i dispenser di sapone liquido ad incollo che i porta sapone ad incollo. Si possono acquistare entrambi, così da completare la dotazione di accessori per i prodotti da igiene.
L’ulteriore nota positiva di questi dispenser da incollo è il fatto che possono essere sostituiti senza alcun danno alle piastrelle. A differenza, infatti, degli accessori con montaggio a tassello, quelli da incollo non necessitano di fori alle piastrelle.
Si possono quindi sostituire tranquillamente nel momento in cui si decide di rinnovare l’arredamento del proprio bagno. Una volta staccati, basta pulire le piastrelle e si può pensare ad attaccarne di nuovi.
Grazie alle moderne linee di arredo per il bagno, i dispenser di sapone da incollo sono diventati un accessorio capace di esaltare davvero lo stile del bagno. 

Dispenser di sapone da appoggio

I classici porta sapone e i dispenser di sapone da appoggio sono perfetti nel caso in cui il lavandino sia incassato nei mobiletti da bagno. Nel caso cioè di lavandini dotati di un ampio spazio d’appoggio.
A seconda dei propri gusti, si possono comprare dispenser da bagno semplici, colorati, stilizzati, dalle linee geometriche oppure dalle linee arrotondate.
I colori e i materiali sono i più disparati, senza dimenticare i classici bianco e nero.
Non solo, la stessa varietà è mantenuta anche per i materiali. I dispenser di sapone da appoggio possono essere realizzati in ceramica o in ABS cromato.
Solitamente, questo tipo di dispenser si può abbinare con una serie di accessori, tra cui porta spazzolini, porta salviette, porta sapone e porta scopino.
Si tratta cioè di una soluzione particolarmente indicata per quanti vogliono avere un unico filo conduttore in bagno, sia dal punto di vista dei materiali che dal punto di vista dello stile e dei colori.
In realtà, i dispenser di sapone da appoggio possono essere presi in considerazione anche nel caso di bagni minimali in cui non si vuole esagerare molto con gli accessori. Si possono infatti spostare con facilità da un punto ad un altro, senza dover utilizzare altri accessori per la vasca o per il box doccia.
Per quanti invece dimenticano sempre di ricaricare il sapone liquido, sono consigliatissimi i dispenser da appoggio e da incollo in materiale trasparente.
In questo modo si tiene sotto controllo il livello di sapone e si riesce ad acquistarlo prima che termini.

dispenser di sapone da appoggio

 

 

 

 

 

Lascia una risposta