Come scegliere le specchiere da bagno

specchiere da bagno con ingranditore

Specchiere da bagno: quali variabili tenere in considerazione prima della scelta

Non bisogna scegliere le specchiere da bagno con leggerezza.
Le specchiere da bagno non sono solo degli accessori utili, ma anche degli importanti elementi di arredo.

Specchiere da bagno a parete

La prima cosa da fare quando si è alle prese con la scelta di una specchiera da bagno è decidere dove collocarla. Il posto ideale dello specchio da bagno non è più soltanto lo spazio sopra il lavandino.
Le specchiere da bagno possono infatti essere sia a muro che a pavimento. Prima di acquistarle bisogna cioè stabilire con attenzione dove posizionarle e misurare la grandezza dello spazio a disposizione.
Gli specchi a pavimento consentono solitamente di specchiarsi a figura intera e necessitano di uno spazio apposito. Si tratta cioè di soluzioni indicate per bagni di dimensioni medio/grandi.

In tutti gli altri casi si possono scegliere degli specchi da parete. Nel caso di bagni dallo stile classico, si può optare per specchiere da bagno tonde, ovali o rettangolari. Per bagni dallo stile moderno, invece, sono a disposizione specchi romboidali e specchi compositi.

Specchiere da bagno contenitori

Quando il bagno è davvero piccolo, si tende a rinunciare allo specchio a parete. Oggi, è possibile recuperare spazio senza mettere da parte l’estetica: basta scegliere una specchiera contenitore, vale a dire un mobile a specchio da bagno. Prima di optare per questa soluzione, si deve verificare la grandezza dello spazio sopra il lavandino. Le specchiere contenitore sono una sorta di mobiletto a scomparsa con le ante costituite da specchi. Molti rinunciano a questa possibilità per via dei vecchi armadietti da bagno con gli specchi deformanti. Oggi, i modelli disponibili sono pratici e piacevoli esteticamente. Non hanno cioè niente a che vedere con gli armadietti di una volta. Le soluzioni adottate dalla tecnologia moderna permettono, infatti, di specchiarsi senza alcuna deformazione. Il mobile a specchio da bagno assolve così a due funzioni pratiche in quanto consente anche di riporre accessori, trucchi e prodotti per l’igiene.

Prima di procedere all’acquisto, si deve misurare anche la profondità della specchiera che si vorrebbe installare, in modo da non acquistare modelli che risultino troppo sporgenti rispetto al lavandino.

top

Specchiere da bagno illuminate

Lo specchio da bagno è fondamentale. Ogni giorno, ci si pettina, ci si trucca, ci si sistema davanti agli specchi del bagno. Spesso, però una cattiva illuminazione non ne favorisce l’utilizzo. In molti casi, infatti, i bagni vengono realizzati con la semplice illuminazione centrale del lampadario. Per un migliore utilizzo del bagno sarebbe necessario installare dei punti luce. Oggi, è possibile aggirare il problema con delle specchiere illuminate a led: un espediente davvero molto intelligente, soprattutto nel caso di bagni bui. A seconda delle proprie esigenze di illuminazione, si possono scegliere specchi con illuminazione perimetrale, specchi con doppia illuminazione nella parte superiore e nella parte inferiore, specchi retroilluminati, specchi illuminati nelle aree laterali e cosi via. Questo tipo di accessori da bagno è ancora più indicato nel caso in cui non ci sia la predisposizione o lo spazio necessario per installare dei faretti con luce diretta verso lo specchio. Il montaggio dei faretti inoltre non sempre è adeguato al tipo di uso che si intende fare dello specchio. La luce, infatti, dovrebbe essere ben direzionata e della potenza giusta per non risultare negativa durante operazioni delicate come il trucco.

Questi specchi da bagno inoltre sono dotati di led che favoriscono il risparmio energetico.

Lascia una risposta